marshall

martedì, gennaio 18, 2011

Le manfrine del Fli

C'è un altro personaggio del Fli che, nel Porta a Porta di ieri sera, mi ha profondamente deluso: Mario Baldassarri. E pensare che fino a qualche settimana fa lo reputavo comunque una persona degna di stima, anche se ha aderito a quel pseudo partito del fli. Ieri sera anche lui si è attaccato alla solita solfa che Berlusconi non ha fatto nulla in questi due anni e mezzo di governo. Dopo tale dichiarazione, la poca stima che ancora gli conferivo è caduta del tutto: dov'è stato lui, dove ha vissuto lui in questi due anni e mezzo, quando Berlusconi era impegnato a portare via la spazzatura da Napoli? Alla quale avrebbe dovuto pensare qualcun'altra. E dov'era quando Berlusconi è stato impegnato dai terremotati dell'Aquila? E dov'è stato lui quando Berlusconi è stato impegnato in tutte quelle battaglie che sta combattendo per cambiare il volto dell'Italia? Di quella parte dell'Italia in cui c'era chi si era arroccato in difesa di antichi consolidati privilegi (vedi baronie scolastiche)? Nel mio ordine di valutazione, Baldassarri è sceso al livello degli altri quattro del suo movimento partitico che ho descritto in precedenti post. E, per non ripetermi in quanto ho già più volte scritto per gli altri quattro, la chiudo qua: sarebbe solo una rievocazione di arrampicate di specchi, quelle degli esponenti di quel pseudo partito. Secondo me stan li a vivacchiare, rompendo scatole al governo e a quella parte della gente che sente di dover sopportare la loro inutile presenza, e vanno in quelle trasmissioni, esponendosi così, agli occhi di costoro, al ridicolaggio di certe affermazioni. Essi devono comunque, loro malgrado, giustificare al popolo di quella parte di elettori che qualcosa stanno facendo, e che quindi il costo della loro presenza non è vano. Senza quelle comparsate non sarebbero in grado di dimostrare un bel nulla, e a nessuno di quelli cosa ci stiano a fare in Parlamento, e per che cosa vengano pagati. Sono il classico caso di quelli che non sono nè carne nè pesce. Hanno imparato a memoria quel motivetto di cui sopra, e se lo scambiano vicendevolmente ogni qualvolta qualcuno di loro deve andare in qualcuna di quelle trasmissioni televisive. Secondo una mia opinione, essi farebbero volentieri a meno di andarci, per evitare a se stessi di esporsi al ridicolaggio di certe affermazioni senza costrutto che devono per forza di cose fare. E così vanno, fanno un pò di manfrina, recitando il tritato discorsetto che Berlusconi non ha fatto nulla in questi due anni e mezzo, ed il gioco per loro è fatto; se ne tornano a casa belli e buoni convinti d'aver compiuto pienamente il proprio dovere autoimpostosi di salvatori della patria. La verità vera è che in quel movimento ho avuta la pura impressione che sian diventati tutti dei bravi scalatori/arrampicatori di specchi. Ed è ormai il quinto personaggio che mi tocca sorbire; a meno che, quando interviene qualcuno di tale movimento non cambi canale per non guastarmi la serata, dovendo ascoltare farneticanti affermazioni.

3 Comments:

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home


 

Heracleum blog & web tools