marshall

martedì, dicembre 07, 2010

La ripicca di Bocchino

Ma che scuole ha fatto Bocchino?
Ieri sera m'è venuta l'idea di guardare gli ultimi sprazzi di Porta a Porta e, per l'ennesima volta, mi son ritrovato davanti la faccia torva, brutta e cattiva dello spiritato Bocchino. L'ho ascoltato per l'ennesima volta ancora un poco, e mi son chiesto: ma questo chi l'ha fatto politico? Ma che scuole ha fatto, ammesso che ne abbia fatte? Già perchè s'è capito chiaramente che vuol mandare a rotoli il governo Berlusconi, che finora ha operato bene, solamente per una questione di ripicca personale verso di lui. E altri 84, per me stolti come lui, lo stanno seguendo. E anche a costoro, chi ha dato la patente del politico?
Uno di costoro era presente nello studio di Bruno Vespa , l'on.Galletti dell' UDC. Idee sgangherate, stile idee rozze e grossolane dell'estrema sinistra, cioè buttate lì senza una base di costrutto. Diceva costui a Paolo Bonaiuti: "avete buttato via 3 miliardi per Alitalia, che invece potevate usare per il quoziente familiare. Avete tolto 3 miliardi dell'ici ai comuni; soldi che invece potevano usare... (per non so che cosa: ndr). E poi ha ripreso anche lui la solita tiritera sulla tassazione delle rendite finanziarie; tanto per gettare un po di fumo negli occhi ai soliti allocchi creduloni. Quella della tassazione delle cosiddette rendite finanziarie, sarebbe un'arma a doppio taglio per l'Italia, ma chi lancia l'idea - idea ormai vecchia stantia e superata - spera d'accaparrarsi i voti della classe meno abbiente; la quale non conosce ne conosce l'inutilità e tutte le problematiche che invece ne deriverebbero col tassare gli interessi obbligazionari e il capital gain al 20%, anzichè al 12,5 % come è ora. "Però" - dicono tutti i pappagalli che lanciano l'idea vecchia e stantia - "escludendo i titoli di stato". E ciò è ovvio, così buttano altro fumo negli occhi agli allocchi, sperando d'accapparrarsi i loro voti, facendosi vedere paladini del popolo dei bot!
Dell'inutilità dell'operazione ne ho comunque già parlato abbondantemente qui , qui e in chissà quanti altri post; la storia della tiritera della tassazione del capital gain e degli interessi delle obbligazioni al 20% anzichè il 12,5 % è come la storiella del gatto che si morde la coda, e chi cavalca questa tiritera è un pessimo politico, perchè denota superficialità e ignoranza in campo economico finanziario; ma è evidente lo scopo: lo fa solo per attrarre voti dagli elettori allocchi, perchè se non spiega loro tutto il giro del fumo e l'inutilità della manovra ai fini del salvare l'Italia è un perfetto ignorante e in perfetta malafede.
Tornando a Bocchino, ieri sera mi è parso come un avvilito spiritato bastonato (come è suo solito fare ultimamente), invelenito per questioni personali contro Berlusconi, che sta mandando a rotoli la legislatura, e con essa l'Italia, per una questione di ripicca personale.
Importante aggiornamento

Il commento a retro di Johnny doe è istruttivo per conoscere meglio la personalità doppia e contorta di Italo Bocchino. Dalle dichiarazioni del deputato, all'indomani della vittoria del centro destra alle regionali 2010, si comprende chiaramente che la sua posizione intransigente di questo ultimo periodo è solamente il frutto di una ripicca personale nei confronti del presidente del Consiglio Berlusconi; come pure ripicca personale appare del tutto evidente essere quella di Fini, che dietro alle sue strambalate idee ha trascinato gli altri 34, che si sono fatti soggiogare dalle sue parole dalla lingua tagliente e biforcuta.

Sono solo giochi di potere che fanno molto male alla democrazia; si comprende pertanto, e si giustifica, il comportamento di coloro che affermano che non andranno più a votare.

Ecco il commento di Johnny doe:

aprile 2010, poco dopo la vittoria del centrodestra alle regionali, quelle per cui non si spese nemmeno un minuto Fini perchè il suo ruolo istituzionale non lo consentiva…(mentre dopo il ruolo ha consentito, ha consentito....)

Bocchino

"È un genio (Berlusconi), ha dimostrato di essere il maggior interprete del sentimento comune degli italiani. Solo un forte impegno berlusconiano poteva determinare il risultato ottenuto"

Sul PDL

"Sono contrario alla drammatizzazione del dibattito nel Pdl. Non c’è nessuna emergenza. E vengo da una scuola in cui squadra che vince non si cambia . Mi pare che le urne abbiamo premiato questa classe dirigente."

Etichette:

4 Comments:

  • Ecco chi è Bocchino:

    aprile 2010, poco dopo la vittoria del centrodestra alle regionali, quelle per cui non si spese nemmeno un minuto Fini perchè il suo ruolo istituzionale non lo consentiva…(mentre dopo il ruolo ha consentito,ha consentito....)

    Bocchino
    "È un genio (Berlusconi),ha dimostrato di essere il maggior interprete del sentimento comune degli italiani. Solo un forte impegno berlusconiano poteva determinare il risultato ottenuto"

    Sul PDL

    "Sono contrario alla drammatizzazione del dibattito nel Pdl. Non c’è nessuna emergenza. E vengo da una scuola in cui squadra che vince non si cambia . Mi pare che le urne abbiamo premiato questa classe dirigente."

    Che dire? Degno portaborse del suo Pinocchietto Fini che in dieci minuti è passato dal Duce,"più grande statista del secolo",a Rutelli più grande carneae del secolo.

    Certo che di voltagabbana se ne son visti tanti,ma questi son nel Guinness.

    By Blogger johnny doe, at 7 dicembre 2010 17:40  

  • Johnny doe,
    pubblico il tuo commento in calce al post, per far cnoscere meglio e a tutti cosa sia questo falso e losco personaggio voltagabbana.

    By Blogger marshall, at 7 dicembre 2010 18:39  

  • Fanno tristezza sia Bocchino che Fini. A proposito, visto che Fini non è più "neutrale" mi chiedo come mai ancora siede su quello scranno.

    By Anonymous Elly, at 7 dicembre 2010 23:19  

  • Elly,
    sei stata fin troppo gentile: direi che fanno pena e schifo.
    Ciao.

    By Blogger marshall, at 7 dicembre 2010 23:33  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home


 

Heracleum blog & web tools