marshall

sabato, dicembre 04, 2010

Dai Visconti agli Sforza: l'inizio

Non correva buon sangue tra i Visconti, signori di Milano, e i Dogi di Venezia, sempre in guerra tra loro, per spartirsi fette della Lombardia. Ciò non di meno, Bianca Maria, unica erede legittima del ducato milanese di Filippo Maria Visconti, mentre era di stanza nel Veneto col marito Francesco Sforza ne volle approfittare per una fugace visita a Venezia. Non c'era stato nulla di programmato. Francesco non era ancora quel che sarebbe diventato, per cui non aveva ancora nulla da temere dai veneziani, anzi, in passato aveva pure militato qualche volta nelle loro fila; la moglie, invece, essendo una Visconti è plausibile pensare che non sarebbe stata ben accetta al Doge. Ciò non di meno, quel giorno avvenne una sorta di miracolo: venuto a conoscenza della visita di una Visconti, tutto il popolo veneziano si era accalcato lungo le rive del Canal Grande per ammirarla e...
"Il suono delle campane e delle trombe si ripercuoteva da una riva all'altra, mentre il corteo sfilava lungo il Canal Grande, dove si allineavano i palazzi con le facciate in cotto ravvivate dai colorati intonaci; una fitta vegetazione decorativa invadeva cornicioni e davanzali. Fra i palazzi spiccava quello nuovissimo del mercante patrizio Marin Contarini, già denominato Ca' d'Oro."

E' il 2 maggio 1442, la coppia dei neo sposi Francesco Sforza, quarantenne, e la diciassettenne Bianca Maria Visconti sono appena arrivati a Venezia, per quel supplemento di vacanza, e vengono ricevuti con tutti gli onori regali dal doge Francesco Foscari.

"La coppia sforzesca venne ospitata probabilmente a palazzo Bernardo, dove subito si radunarono amici e fiancheggiatori: primo fra tutti Angelo Simonetta, che svolgeva a Venezia la delicata funzione di "oratore" dello Sforza, era cioè residente e addetto, come illustrava l'appellativo, a perorare con facondia gli interessi del signore, mentre venivano definiti ambasciatori i diplomatici in missione straordinaria."

...
Il corsivo è copiato dal saggio di Daniela Pizzagalli:
La Signora di Milano
- Vita e passioni di Bianca Maria Visconti, BUR - Rizzoli
Foto di Fausto Maroder della Alloggi Barbaria Blogspot - Venezia
in alto: Palazzo Bernardo
in basso: Cortile della Ca' d'Oro

Etichette:

2 Comments:

  • Mario: Grazie per aver raccontato un altro episodio storico (poco conosciuto da molti) avvenuto a Venezia.

    By Blogger Fausto, at 4 dicembre 2010 22:37  

  • Fausto,
    grazie per avermi concesso di utilizzare tue foto. Ne approfitterò anche per una prossima pagina di storia riguardante Venezia.
    Il "poco conosciuto da molti" è purtroppo rispondente al vero. Io stesso ignoravo totalmente queste pagine a riguardo della mia città, così carica anche lei di Storia.
    E in questo tu mi batti inesorabilmente, tu che sei l'enciclopedia vivente della Storia di Venezia. Ti basti sapere, infatti, che io, totalmente all'oscuro delle semplici basi per conoscere Venezia (e basterebbe leggere i miei commenti al tuo blog di oltre un anno fa, per scoprire quanto fossero banali!), ne sono diventato abbastanza conoscitore grazie ai tuoi post, che, aggiornati quotidianamente, ne descrivono aspetti, storia, opere d'arte, chiese, campanili, ecc.
    Grazie ancora per il grande lavoro documentarista che svolgi.
    Ciao.

    By Blogger marshall, at 4 dicembre 2010 23:32  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home


 

Heracleum blog & web tools