marshall

venerdì, maggio 03, 2013

Il fallimento del fotovoltaico


Non è una grande soddistazione, ma non si può certo dire che non fummo preveggenti quando scrivemmo il post Affamati di energia, pubblicato sul Giardino delle Esperidi. Gli azionisti del settore fotovoltaico avrebbero potuto salvare tutto o parte del capitale investito se avessero disinvestito per tempo, dopo aver letto i ripetuti allarmi utili, nonchè l'allarme vero e proprio lanciato da WEBSIM il 14 dicembre 2011, e riportato in  questo post. Ora quella miriade di piccoli azionisti si staranno già da tempo leccando le ferite, dopo che Solon ed altre sono fallite. La notizia del fallimento di Solon, azienda tedesca produttrice di pannelli fotovoltaici, è abbastanza stagionata e riportata anche in questa relazione del Prof. Franco  Battaglia, dall'emblematico titolo di: Fallimento del fotovoltaico. La relazione contiene anche stoccate al fu Governo Prodi e ai vari ministri alla Pecoraroscanio, nonchè stoccate all'ex Governo dei Tecnici presieduto da Monti, in compagnia del suo ex ministro Clini.

L'immagine, puramente casuale, è tratta dal sito Progetto casa in montagna Ravascletto

2 Comments:

  • E adesso il comunista Zanonato, neo ministro dello sviluppo, è in odore di eresia nuclearista ... come al solito con anni e anni di ritardo e dopo aver fatto perdere treni su treni e miliardi su miliardi all'Italia.

    By Blogger Massimo, at 3 maggio 2013 18:11  

  • Finalmente, dopo la catena di fallimenti di ditte tedesche (e quindi dei geni del fotovoltaico, di quelli che si vantavano d'aver tappezzato di pannelli tutti i tetti della Germania) del fovoltaico - e quindi a bell'apposta non ho citato il caso dell'italiana Kerself, altra storia di grande speculazione tutta italiana - anche i puzzoni (puzzoni=quelli che han la puzza sotto il naso per tutte le idee che vengono dalla destra) anche i sinistrorsi si starebbero convertendo al nucleare? Non c'è più religione, anche miti e tabù cadono.

    By Blogger marshall, at 4 maggio 2013 11:04  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home


 

Heracleum blog & web tools