marshall

domenica, ottobre 01, 2006

La finanziaria dello sviluppo

Ho letto e sentito da più parti che questa è la finanziaria dello sviluppo. E questa è un'altra delle emerite baggianate cui mi è fatto obbligo di ascoltare. E, come se ciò non bastasse, vedo pronunciare questo termine in articoli e commenti dei blog, come fosse un segnale trasmesso con i tam-tam della foresta.
Sviluppo è quando si raccolgono fondi per creare nuove infrastrutture o ammodernamento dell'esistente. Oppure quando si dà un impulso vigoroso alla lotta all'inquinamento dei grandi centri urbani, o quantaltro.
Ma quando sento che buona parte delle risorse raccolte con le nuove tasse saranno destinate alla riduzione del debito (e sappiamo come esso si sia formato nel tempo!!!) e nel contempo sento dire che questa è la finanziaria dello sviluppo; ebbè, mi cascano le braccia e non posso che profferire: baggianate, baggianate!

Ho seguito il consiglio del blogger Zener e sono andato sul sito di cnel.it e ho verificato con i miei occhi quanto è stato speso nel 2002 per Funzioni/Organi Stato: la bella cifra di 53657,00 milioni di euro! Ho poi sommato gli importi spesi per Governo/Presidente Consiglio/Altri Gabinetti/Commissariati Governativi/Organi Costituzionali e di rilevanza costituzionale/Camera deputati/Senato della repubblica/Presidenza della repubblica/Corte costituzionale/C.S.M./C.N.E.L. e ne è scaturita la bella cifra di 4192,1 milioni di euro!

Sappiamo anche quali erano le intenzioni dei tagli a cui mirava Berlusconi ma che per l'ostruzionismo da parte di molti (l'opposizione ovviamente compatta, altrimenti si sarebbe potuta fare!!), non è riuscito a portare avanti!!

Se pensiamo al fatto che il costo dei parlamentari nelle altre nazioni della Comunità Europea è della metà dei nostri (stando a quanto mi riferisce Zener blogger) e se estendiamo questo ragionamento a TUTTO L'APPARATO GOVERNATIVO E BUROCRATICO DEL PAESE si può comprendere quanto ci sia di spreco, e quindi di possibilità di recupero di risorse se solo si procedesse veramente al taglio e al controllo di quelle spese! Altro chè aumentare le tasse!!

Ma, evidentemente, quei tagli e quei controlli non li vuole "veramente" nessuno. Perchè altrimenti non si spiegherebbe come mai alcuni politici fanno di tutto per portare in Parlamento le loro mogli, i loro fratelli, e quantaltro.

I privilegi e i benefici che si sono creati i parlamentari, privilegi e benefici di cui gode tutta la cerchia famigliare, anche la cerchia famigliare acquisita, e che viene anche trasmessa per eredità, sono tali che ben difficilmente essi si scrolleranno spontaneamente da quelle poltrone, e altrettanto ben difficilmente rinunceranno spontaneamente a quei privilegi!

Quindi parlare di questa finanziaria come della finanziaria dello sviluppo è come voler prendere in giro la gente e buttare un pò di fumo negli occhi alla popolazione già dormiente!

19 Comments:

  • Caro MArshal, purtroppo a farsi quattro conti e ad informarsi siamo sempre noi che, proprio per questo, abbiamo votato NON da coglioni, gli altri ... "i svulazen" ... :-(

    By Blogger Monsoreau, at 1 ottobre 2006 13:21  

  • Caro Marshall
    la tua rabbia è quella di almeno la metà del paese.
    Ma, e non credo di essere troppo ottimista (in questo Monsoreau è maestro!), anche molti di coloro che avevano votato per l'Unione si sono ricreduti. Se pensi che anche la Confesercenti ha espresso dure critiche verso la Manovra, hai un'idea di come il boomerang abbia riniziato la sua corsa.
    Per ben sperare.
    Un abbraccio

    By Blogger Monica, at 1 ottobre 2006 16:42  

  • buonasera

    By Blogger skan, at 1 ottobre 2006 21:08  

  • Monsoreau,
    mi cogli alla sprovvista sul termine "i svulazen".
    Devo andare su quel sito a studiarmene il significato rigoroso.

    By Blogger marshall, at 1 ottobre 2006 21:53  

  • Monica,
    il tuo commento mi conferma che di c.... creduloni in Italia ce ne sono davvero tanti!!

    By Blogger marshall, at 1 ottobre 2006 21:55  

  • skan,
    buonasera

    By Blogger marshall, at 1 ottobre 2006 21:56  

  • caro Marshall, l'unica cosa che, in Italia soprattutto, si sta sviluppando alla velocità della luce è l'imbecillità di chi si è incollato alle poltrone con l'attack. sono dell'idea che dovremo fare un piccolo sacrificio aggiuntivo: cambiamo anche l'arredamento, e bruciamo i mobili vecchi. l'odore della mortadella carbonizzata non è per nulla gradevole, ma
    porteremo pazienza.......

    scherzi a a parte, non è che a me piaccia molto l'idea che tornino a governare esseri ******** come pisanu e ammassi neuronali simili.
    qui mancano gli statisti: nella terra dell'umanesimo e del rinascimento si ri-trova a governarci un branco di semianalfabeti che non capiscono nemmeno se sono vivi.
    occorre davvero, e parlo seriamente adesso, fare piazza pulita, ma ci vogliono i bulldozer anche all'opposizione.frollini e postriboli fanno danni giganteschi che minano dall'interno le nostre possibilità di forza alternativa.

    se ricordi la storia del re che cede il trono al giullare, sai come finisce.una mortadella e salumi associati che governano l'italia meritano la stessa fine.
    oremus

    By Anonymous stealth, at 2 ottobre 2006 10:24  

  • Il sole 24 ore, nelle calde domeniche di agosto 2005, aveva condotto un'inchiesta sui costi della nostrana Politica Spa.
    Confrontati con quelli di altri paesi quali Spagna, Francia, Germania e Regno Unito si dimostrava che erano spropositamente alti.
    per esempio: Per la Camera dei deputati in Italia si spendono circa 1,7 miliardi di euro.
    In Spagna solo 122 milioni.
    Di mezzo germania con 800 milioni.
    Visto che differenze?
    Il discorso è che negli altri paesi il "soldo pubblico" è sacro.
    Da noi i nostri politici, in nome di una legittimità e sovranità, conferitagli col voto ed esercitata oltre le buone regole del mandato, sperperano senza pudore le risorse del paese o le distribuiscono malamente, invocando poi, al momento della finanziaria, mancanze di fondi...incolpando evasione, buchi ereditati ecc.
    Ultima cosa: digitate su google "spese militari italia" e troverete un sito indipendente che dimostra come la distribuzione delle risorse in Italia sia malfatta.
    Le spese militari (escluse missioni & c.) rappresentano da oltre 10 anni (a prescindere dai governi) il 2% del PIL: tanto, più o meno come i paesi sempre in guerra o con alte tensioni geopolitiche.
    Per la spesa sociale si destina poco più del 2,5% invece del 6,5/7% degli altri paesi.
    Per coprire questi gap (che nessun governo ha mai denunciato o fatto in pubblico questi paragoni) aumentano i prleievi fiscali.
    altra cosa e poi finisco: l'Italia ha in media il 30% in più di dipendenti pubblici rispetto agli altri paesi.
    Sono anche mal distribuiti.
    Un terzo di essi sono in Sicila e solo un ottavo in Lombardia dovesi produce il 40% della ricchezza nazionale.
    Il problema è che dall'oggi al domani queste spereqauzioni non si possono risolvere: ci sono contratti vecchi da onorare e da mantenere.
    Certo è che se regioni come la Sicilia (purtroppo governate dalla destra) continuano a sperperare risorse per allargare la base lavorativa oltre le necessità il male italiano non cesserà di esistere.

    By Blogger Zener1992, at 2 ottobre 2006 10:30  

  • Stealth,
    a grandi linee, me la devi raccontare la storiella del re e del giullare.
    Fai eventualmente un post sul tuo blog: verremo in massa a leggerla!
    Penserò io a farti una enorme pubblicità.
    Mi piace come tu sai prendere la vita!

    By Blogger marshall, at 2 ottobre 2006 10:35  

  • aggiugno che la Calabria (governata dalla sinistra) opera nelle assunzioni selvagge (vedi guardie forestali) come la sicilia.
    ripeto: non è solo il colore che rovina l'Italia.
    ci vuole, come dice STEALTH, pulizia, rinnovamento.
    peccato solo che la capacità di autocritica sia più una peculiarità dell'elettorato di destra.
    a sinistra vedono sempre e tutto rosa in nome del colore.
    La liberalizzazione delle droghe non gli ha fatto tanto bene.

    By Blogger Zener1992, at 2 ottobre 2006 10:36  

  • Zener,
    vedrai che piano piano mi farò una cultura anche nel campo nel quale tu mi sproni e mi solleciti continuamente di andare ad indagare.
    Devo aver letto anch'io quell'articolo. Dicono che sono i costi della democrazia.
    QUANTE BALLE!! BALLE SU BALLE!!
    La realtà è che piano piano stanno ricreando una classe o casta di privilegiati, i politici appunto, che prima della rivoluzione francese e durante il periodo della restaurazione successiva alla caduta di Napoleone, si chiamavano "Nobili". Nobili che godevano di tanti privilegi che erano negati ed erano preclusi al popolo.
    Se li lasciamo fare, tra qualche decennio ci sarà bisogno di un'altra rivoluzione per estirpare questa nuova "gramigna".

    By Blogger marshall, at 2 ottobre 2006 10:49  

  • caro Mareshall, è presto detto: il giullare ha perso la testa.........

    datosi che una mortadella ne ha due......
    spettacolo doppio.

    By Anonymous stealth, at 2 ottobre 2006 11:08  

  • scusa x la *e* in più.....

    By Anonymous stealth, at 2 ottobre 2006 11:30  

  • caro Marshall
    grazie della visita.

    ma sei sicuro che stealth a scrivere Mareshall non l'abbia fatto a posta e che poi si sia pentito? eheheheh

    By Anonymous sarcastycon, at 2 ottobre 2006 12:30  

  • Sarcastycon,
    giocherellone come lo è Stealth, è chiaro che non è uno sbaglio, ma l'ha fatto di proposito!
    Comunque è un gioco simpatico e inoffensivo.

    By Blogger marshall, at 2 ottobre 2006 13:34  

  • no. no, amo troppo gli americani e Marshall per fare una cosa così grave di proposito.
    non fustigatemi........
    ci sono già abbastanza s***** in rete che non perdonano nulla, agli altri.
    a sé medesime concedono tutto, invece.

    By Anonymous B2stealth, at 3 ottobre 2006 13:22  

  • Per Stealth
    Non ritrovo più il tuo blog...
    Puoi indicarmelo ?
    Ciao

    By Blogger Monica, at 4 ottobre 2006 14:33  

  • Tutti,
    se andate su zener.blogspot (a fianco il link) troverete un post sulle donazioni di Prodi, fatte a maggio prima delle riforme.

    By Blogger marshall, at 4 ottobre 2006 23:07  

  • cara Monica, sei troppo gentile a considerarmi,ma non ti sei persa nulla. non è un blog, per ora non ho nulla da dire e soprattutto mi preme solo la musica.
    quello che mi serve lo trovo nei vostri pensieri, che non sono i milioni di caratteri raccattati in rete e poi postati.
    mi sono veramente rotto di leggere tonnellate di roba che alla fine mi porta solo via del tempo x nulla.
    da oggi tengo solo, e mi piace davvero citarvi uno per uno: Tu, Marshall, Sarcastycon, Siro e Invisigoth, più qualche altro occasionale. stop.
    a tutti voi un grazie di cuore per ciò che fate.
    gli altri, se Marshall non mi fulmina, si possono.........
    va be', avete capito.
    ciao


    Monica, se proprio vuoi scambiare qualche battuta, ossia nel caso tu non avessi proprio nulla di meglio da fare, puoi farlo qui: vdk64@yahoo.it, poi ti dico quello vero...ciao

    By Anonymous stealth, at 5 ottobre 2006 00:23  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home


 

Heracleum blog & web tools